Archivio categoria: Scrittura

Mare di sabbia

Un mare di sabbia inonda le vene: così avviene la sospensione del tempo che si posa, lungo i lati dei miei occhi, formando piccole lamine di vapore opaco e denso. Istanti fissati sbocceranno,… Continua a leggere

Novembre

Pulsazioni distanti, discordi, dolenti. Lacerate, come seta scossa da una lama di vento, sbranata da denti invisibili, frammenti incantevoli. Ricorda quest’autunno reciso, sfiancato da cieli di novembre densi di sale, gonfi di sangue.… Continua a leggere

Essenza #4682b4‏

Un’immagine ruvida, come la sciarpa di lana gonfia, pungente, di quel blu acciaio che graffia gli occhi, attorno al collo di te che resti in piedi davanti le circostanze, ferrigne e livide, adiacenti… Continua a leggere

SiLENCE

Sotto il ghiaccio, il silenzio. Nessun riverbero, eco, nessuna nostalgia. Come se queste mie non parole potessero misurarsi soltanto con il mutismo lancinante delle gole della terra umide, che grondano vapore: aria che parla, tacita. Nessuna… Continua a leggere

La luce sopra il mare

Una finestra di luce, nel cielo cinereo di una mattina di novembre, illumina la polvere del mare e disegna piccole, impercettibili linee bianche, tra un’onda e l’altra  per riempire i momenti, perché ogni… Continua a leggere

Sospesa come un apostrofo

Decidimi. Non ho altro nome adesso che non confini con il tuo. Decidimi. Ora e sempre, di nuovo, rinnovami. Pianti oppressi respirano aria da me, rubandomi la sospensione del tempo come te che… Continua a leggere

Un letto di sale

Qui i tuoi mondi esistono senza alcuna guerra o giudizio, battaglia di vinti ed eterni sconfitti, tutti. Stai in pace, con la testa pesante di abbandono sulla mia spalla mentre restiamo sdraiate su un… Continua a leggere

Mercurio

Lei pulsa e si contrae senza cambiare forma. Va e viene, senza muoversi. Non ho provato a fermarla, ma credo che, anche se tentassi, non ci riuscirei. Come il mercurio è, in una trasparenza… Continua a leggere

L’onda madre

Ho letto da qualche parte che il cambiamento delle correnti causato dallo Tsunami restituisce, ancora oggi, pezzetti di vite mai andate davvero a fondo. Cose che, date per perse, riemergono superstiti in posti… Continua a leggere

A portata di fame

È la tua assenza ora a darmi la misura di ciò che sono. Il segreto tra noi. Il bambino che terrò. Non si può amare se non si è in grado di aprire… Continua a leggere

Sempreverde

Nella tua perenne indifferenza, madida di rancore celebri quest’arroganza: Dell’amore, la prosa il silenzio, sempreverde la tua noncuranza.

Oro

Mi semini di poesia, tu sola. Con le tue lacrime che spezzi con sorrisi, quegli stessi sorrisi che guardo inabissarsi di nuovo nelle lacrime, come una zolletta di zucchero affonda dentro il caffè.… Continua a leggere

Alla luce

Come i fiori rinchiusi dietro trasparenze di vetro tendono alla luce io tendo a te. Per preservare la vita del seme che hai lasciato in me. È ispido sai, e nel suo crescere… Continua a leggere

L’imprecisione dell’amore

L’imprecisione dell’amore disegna, impietosa e senza grazia, un mare calmo e cupo. Su un’altalena mossa soltanto dalla speranza, accarezzo sterile un pianoforte, senza farlo suonare. Bianco e nero: l’essenziale per creare meraviglia. Tasti… Continua a leggere

Di eterna unione e distanza.

La grandezza delle cose, la bellezza, lo splendore. Gli abbagli. Resto ferma, a piedi uniti, davanti all’incertezza, davanti a quel che una volta possedeva il tuo profumo e ora sa di nuvole. Il… Continua a leggere

Marcire, cadere, morire

Anche le mie sigarette sono stanche di accendersi e spegnersi perché non sanno più in che modo regalarmi tempo. Ho sognato per noi una vita che non è questa, un divenire contaminato dai… Continua a leggere

Dietro gli occhi, trema liquido

Il mondo dentro, dietro gli occhi, trema liquido. In cima alla montagna la terra si muove. Franerai. Con una consapevolezza che brucia come gomitoli di rimpianti attorcigliati dentro lo stomaco a fare una… Continua a leggere

Come sassi in una guerriglia

Con le mani tese al vento aspettando di essere colta, sulle dita una speranza sbiadita, ogni lembo di pelle, ogni vena, ogni ruga. La maestosità di un monumento ora svilito dai segni del… Continua a leggere

Anche da qui

Gli istanti sgretolati di un tempo che non c’è, il bagliore, la luce tremula della lampada a gas: così forte l’odore di quel che non si vede, ci pensi? Ho creduto che questo… Continua a leggere

The River

E guardo me stessa essere foglia sulla riva scomposta di un fiume stagnante.

Alla fine di ogni giorno

Per il contest BluSuBianco – Muller (E’ il suo segreto, questa forma di terapia. Alle cinque, quando ha finito, non vede l’ora di tornare a casa, di togliersi le scarpe e di mettersi… Continua a leggere

L’origine dell’inquietudine

Per il contest BluSuBianco – Muller (C’è una specie di luminosità nel suo sguardo stamattina. Si vede da come è entrato in ufficio, da come ha centrato l’attaccapanni con la giacca e da… Continua a leggere

Il magnetismo dell’inevitabile

Per il contest BluSuBianco – Muller ( Caterina dice che aspetta ogni mercoledì a partire dal mercoledì sera. Che è il suo piccolo momento di piacere. Io non mi faccio illusioni, però: dice… Continua a leggere

Winding

Under the veil of water spinning in circles and winding, gathered trough the air she stood astonished. By belief make herself remarkable the core was distant from her, through it all once again,… Continua a leggere