La luce sopra il mare

Una finestra di luce,
nel cielo cinereo di una mattina di novembre,
illumina la polvere del mare e disegna piccole, impercettibili linee bianche, tra un’onda e l’altra 
per riempire i momenti, perché ogni cosa sia colma e perché tu possa non essere sola mai.
Ogni ora del giorno ti appartiene, anche questa, delicata e tagliente,
nei granelli di polvere d’acqua sospesi, iridescenti, eterei.
Ogni ora del giorno ti appartiene e riflette, nelle sue lame di luce,
la voce del tuo silenzio, che diventa con il mare,
bianco, accecante,
disperatamente vivido.

WindowLight
140 x 95
© 2012 Manuela Medici

Questo post segue “sospesa come un’apostrofo