Un letto di sale

Qui i tuoi mondi esistono senza alcuna guerra o giudizio,
battaglia di vinti ed eterni sconfitti, tutti.
Stai in pace, con la testa pesante di abbandono sulla mia spalla
mentre restiamo sdraiate su un letto di sale,
il sale che ho pianto oggi, diventando fontana per te per poter esondare così, senza fine alcuna,
un amore che mi consuma della meraviglia che possiede e mi leviga dentro, come l’acqua dei fiumi alle rocce nascoste.
Fontana, dello stato di grazia che mi hai dato.
Eterno un momento che non fa nessun grumo e che scorre, raccontando la vita.
Stai in pace, mentre ti ascolti e tutto attorno a noi è bianco.

02/08/2012